Home / Amazon / THE PROMISED NEVERLAND

THE PROMISED NEVERLAND

Ti ho incontrata per caso, come le migliori cose della mia vita. Non so cosa sia stato, probabilmente quella notte le nostre energie erano particolarmente sensibili e si guardavano attraverso lo spazio-tempo, attraendosi perché attraenti. 
E dire che quella notte iniziò come iniziarono mille altre notti. 
Una stanza illuminata da un abat jour dalla luce sbagliata, un letto che  contro ogni previsione, ma soprattutto contro ogni legge fisica non aveva ancora ceduto all’usura del tempo, e me, disteso, con un pc rovente sulla panza a cercare qualcosa che mi accompagnasse dalla veglia al sonno. Insomma, un programma esplosivo.
La maggior parte delle volte la cosa si conclude con me che uso il mio famoso superpotere di russare da sveglio, che poso il pc a terra, che mi addormento ignorando l’ustione allo stomaco e che mi sveglio l’indomani non ricordando praticamente nulla.
Ma quella notte fu diverso. Guardai quella finestrina colorata, all’apparenza uguale a tutte le altre finestrine di Amazon, lessi la sinossi, stranamente sensata (a differenza di molte altre sinossi che sono atroci e che mi offro di riscrivere in cambio di un ragionevole rimborso spese), e cliccai su riproduci stagione 1 episodio 1.
.
The Promised Neverland mi ha fatto riprovare sensazioni che non provavo da tempo. Un anime, ma in generale un prodotto di intrattenimento, non mi prendeva così dai tempi di Death Note (che tra l’altro mi ricorda moltissimo). Ci aveva provato l’Attacco dei Giganti finché la trama non ha deciso di arrotolarsi su sé stessa diventando pallosissima, e soprattutto immobile. 
The Promised Neverland ha tutto: è cruento, sia a livello psicologico che visivo, è intelligente, intriga, i personaggi sono tutti e dico tutti tridimensionali, i villain (o presunti tali) hanno uno spessore sufficiente a renderli personaggi tragici, non meri esecutori di azioni malvagie e i veri protagonisti, i bambini, sono scritti così bene da risultare credibili anche quando fanno cose che all’apparenza non sarebbero in grado di fare. E forse quest’ultima cosa dovremmo ricordarla più spesso: non solo negli anime i bambini sono più intelligenti di quanto pensiamo noi adulti.
La seconda stagione è in arrivo nel 2020. Ovviamente, come capita sempre in questi casi, c’è sempre il manga che è più avanti. Ma personalmente preferisco guardare la trasposizione animata senza andare avanti, anche se il demone dello spoiler è sempre in agguato, ahimè.

About allanpop

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Array ( [marginTop] => 100 [pageid] => @AllanP0p [alignment] => right [width] => 292 [height] => 300 [color_scheme] => light [header] => header [footer] => footer [border] => true [scrollbar] => scrollbar [linkcolor] => #2EA2CC )