Home / Cinema / IL PRIMO NATALE

IL PRIMO NATALE

La novità è che quest’anno ci risparmiamo il cinepanettone, o meglio i cinepanettoni. Negli ultimi anni sembrava che le sale dovessero per forza programmare commedie italiane (scadenti peraltro), lasciando poco spazio ad altro. E’ vero che quest’anno avremo uno dietro l’altro Ficarra&Picone, Checco Zalone, Carlo Verdone e Aldo Giovanni e Giacomo, ma è anche vero che la programmazione natalizia è particolarmente varia.
E inizia con la commedia del duo siculo che per questa nuova pellicola fa le cose in grande, con un budget considerevole, il più alto della loro carriera.
E si vede. Il film è ambientato nel passato remoto: i due protagonisti, con un trucco alla ‘Non ci resta che piangere‘ si ritrovano catapultati nell’anno zero, alla ricerca di Gesù, Giuseppe e Maria. Senza spoilerare (anche se in questi casi lo spoiler ha poco senso concettualmente), il film è carino, garbato, scorre via senza troppi scossoni fino all’happy ending.
L’ambientazione mi è piaciuta molto, mi ha ricordato i vecchi film spada e sandalo nostrani in cui i soldati romani indossavano, appunto, i sandaloni, e c’era sempre una tigre od un leone ad un certo punto. Mi è piaciuto molto Massimo Popolizio che interpreta un Erode belissimo (un po’ sprecato devo dire), mi è piaciuta molto Betlemme, molto minimalista, ma credibile, e infine mi ha sorpreso una scena in particolare dove si vede una battaglia a suon di spada in controluce, davvero notevole.
Quindi cosa mi ha deluso? La mancanza di coraggio, di andare fino in fondo viste le premesse. Poteva essere una di quelle commedie di cui sentiamo tantissimo la mancanza, che ti fa ridere ma che alla fine ti sferra un bel cazzotto al centro dello stomaco, e ad un certo punto (per chi ha visto il film quando i fuggiaschi sono sulla nave, per intenderci), ci ho pure sperato. E invece proprio alla fine il film diventa innocuo, e questo secondo me si sente. E’ la cosa che fa uscire il pubblico dalla sala con il mezzo sorriso dicendo ‘carino’, un po’ come un appuntamento andato così così. Com’era la tipa? Simpatica. 

About allanpop

Check Also

TOLO TOLO

Avevo deciso di non scrivere nessun post su Zalone, per diversi motivi. In primis perché i …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Array ( [marginTop] => 100 [pageid] => @AllanP0p [alignment] => right [width] => 292 [height] => 300 [color_scheme] => light [header] => header [footer] => footer [border] => true [scrollbar] => scrollbar [linkcolor] => #2EA2CC )