Home / Netflix / KLAUS

KLAUS

Disponibile su Netflix da più di un mese, mi son riservato la visione per la notte di Natale, visto il gran bene che ne avevo letto in giro.
Ed ho fatto bene. La storia è carinissima: Klaus è uno scontroso boscaiolo che costruisce giocattoli di legno in un paese sperduto del polo nord, i cui abitanti sono alle prese con una faida antichissima. L’arrivo di un postino cambierà le cose e ci mostrerà le origini del mito di Babbo Natale.
Non potevo fare scelta migliore quest’anno: il film mi ha riscaldato con la sua atmosfera natalizia come solo i classici sono capaci di fare, senza gridare al capolavoro (non lo è), l’ambientazione nordica, il buon vecchio leitmotiv “una buona azione ne ispira subito un’altra” e i disegni prevalentemente non digitali, trasmettono quel calore di casa, di caminetto, plaid e cioccolata calda che sanno moltissimo di Natale. 
Tra l’altro leggendo la storia di questo film, sono sempre più convinto che la rivoluzione digitale (che oggi si chiama prevalentemente Netflix, ma a breve avrà il nome Disney, Warner e chissà chi altri) non può fare che bene, dando la possibilità a chiunque di poter fruire di prodotti di qualità (e la cosa farà bene anche al cinema, altro che ucciderlo). In sostanza nessuno voleva produrre un film del genere, ritenendo troppo rischioso l’investimento, finché Netflix non ha deciso di metterci i soldi e farlo diventare realtà. Guardatelo e ditemi se il mondo non è un posto migliore con questo film.
A proposito: tanti auguri! 

About allanpop

Check Also

DRACULA

Se affidi il compito di riscrivere un classico come Dracula a gente come Moffat e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Array ( [marginTop] => 100 [pageid] => @AllanP0p [alignment] => right [width] => 292 [height] => 300 [color_scheme] => light [header] => header [footer] => footer [border] => true [scrollbar] => scrollbar [linkcolor] => #2EA2CC )